Jamal Ouassini

Violino

Nato a Tangeri (Marocco), studia al "Conservatoire de musique et de danse de Tanger": musica arabo-andalusa, violino e musica classica, sotto la guida del violinista M° Antoine Batte (Primo premio del Conservatorio Superiore di Musica di Parigi). In seguito, entra a far parte dell'Orchestra Andalusa di Tangeri come violinista.

Si trasferisce a Verona, dove termina i suoi studi e si diploma, come violinista, nella medesima città presso il Conservatorio di musica F.E Dall’Abaco.

Per diversi anni si dedica alla musica classica collaborando con numerose orchestre da camera, sinfoniche e liriche e, contemporaneamente, insegna violino e teoria musicale presso l’Accademia di Musica Moderna di Verona e presso il Centro di Ricerca Musicale.

Nel 1984 fonda l’Ensemble Ziryab, gruppo musicale che, riunendo prestigiosi musicisti provenienti da diversi paesi del Mediterraneo, tra gli anni ‘80 e ‘90 ha suscitato grandi consensi nell’ambito dei più prestigiosi festival di World Music, sia in Italia che nel resto d’Europa.

Numerose le sue collaborazioni nella realizzazione di musiche sia teatrali sia cinematografiche tra cui ricordiamo “Federico II" di e con Giorgio Albertazzi, “Il Viaggio di Mirnah”, “Il Castello Variopinto” e “Aladino” di e con Michel Poletti

Nel 1992 collabora alla realizzazione della colonna sonora del film “Uova di Garofano” di Silvano Agosti, presentato alla Biennale di Venezia. Da ricordare anche la colonna sonora del film “Nikebe”, di Chalier Owens. Come direttore e violinista dell'Orchestra Arabo-Andalusa di Tangeri, ha pubblicato il CD "Incontro a Tangeri”. Quadri musicali tra cultura araba, cristiana ed ebraica”, con la presentazione di Tahar Ben Jelloun.

Nel 1997 e nel 1999 ha curato la redazione di due saggi sulla musica arabo-andalusa per il Festival Di Nuova Musica (Reggio Emilia).

Collabora, nel 1998, alla realizzazione dello spettacolo Al Kamar, del pianista e compositore A.Breschi, realizzando e pubblicando anche un CD

dall’omonimo titolo, presentato a Parigi presso l’Istituto del Mondo Arabo e nei teatri La Cigale (special guest Manu di Bango) e Cirque d’Hiver , proseguendo il tour in Svizzera, Italia, Spagna, Irlanda, e Francia.

Con “Jamal Ouassini Ensemble”, fondata nel 1999, realizza il CD “Al Kafila” (la Carovana), in coproduzione con Toscana Music Pool e Fabbrica Europa, seguito da un tour italiano a cui hanno partecipato numerosi ospiti tra cui ricordiamo: Mauro Pagani, Moni Ovadia, Paolo Fresu, Gabriele Mirabassi.

Collabora stabilmente con Moni Ovadia nello spettacolo “Shir del essalem” (Canti per la pace).

Autore nel 2004 dello spettacolo “Al Kazar”, dedicato al Mediterraneo che vede come collaboratori e protagonisti il celebre ballerino flamenco Joaquin Ruiz . Lo spettacolo è stato rappresentato al teatro Valli di Reggio Emilia, in seguito pubblicato in DVD.

Dal 2004 e direttore artistico di “Ziryàb”associazione culturale per lo studio e la promozione della musica del Mediterraneo.

Il 2004 ha visto anche l’allestimento di uno spettacolo di musica, poesia e pittura di grande successo, nato dalla collaborazione con il poeta spagnolo Juan Vicente Piqueras e con il pittore iracheno Jaber.

Nel 2005 fonda una nuova orchestra, la “Tangeri Café Orchestra”, pubblicando nel 2006 il primo Cd dal titolo “Tingitana”, con la presentazione di Khaled Fouad Allam.

Nel 2006, da ricordare il concerto tenutosi nell’ambito del Festival della letteratura di Mantova, con la partecipazione di Khaled Fouad Allam e di Tahar Ben Jelloun.

2006 Fonda l’ensemble “Encuentros” (compagnia di Musica e Danza), che vede insieme 16 artisti provenienti da diversi paesi del Mediterraneo. Per Encuentros mette in scena lo spettacolo L’ayali l’kamar, presentato per la prima volta presso il Teatro Grande di Pompei, all’interno della rassegna

Incontro Internazionale di Musica e Letteratura “Mediteraneo”. Hanno partecipato allo spettacolo Moni Ovadia e Khaled Fouad Allam.

Numerosissime le performances concertistiche nonché i laboratori ed i seminari musicali tenuti presso Università, Accademie e Conservatori di musica.

Nel 2008 è invitato a collaborare con la 7 Sóis Orkestra , sia come violinista che autore di due brani pubblicati nel CD "A night in Sicily", seguito da una tournée europea 2008/9.

Nel settembre 2009 è invitato dal Teatro Auditorium Manzoni di Bologna a dirigere la nascente "Etno Jazz Pan Orchestra", un orchestra formata da 25 artisti provenienti da 9 paesi differenti.

2009 è invitato a Siviglia (Spagna) a tenere un laboratorio di musica d'insieme organizzato da Zanfonamovil, concluso con il concerto presso l'Università di Siviglia “fabbrica del tabacco”.

Nel 2010 è ospite con la Tangeri Cafè Orchestra al Sancarlo di Napoli , Concerto Euromediterraneo per il Dialogo tra le Culture.

Nel luglio 2010. viene invitato dalla Casa Arabe di Codoba a tenere un laboratorio di musica d'insieme nel programma del festival internazionale della chitarra di Cordoba.

Attualmente collabora con Franco Battiato nel progetto "Diwan" L'essenza del reale, in tour dal novembre 2013.

Nel giugno 2014 è ospite come violinista solista presso i Giardini del Vaticano all’incontro voluto da Papa Bergoglio con Abu Mazen e Shimon Peres.